Di Futurismo e di Campari


fortunato-depero-squisito-al-selz-1926.-courtesy-lucca-center-of-contemporary-art

Questa storia parla di cocktail, di imprese industriali, di Futurismo, di arte e di design: una miscela frizzante e singolare quanto… un drink! Tutto ebbe inizio nel XIX secolo a Torino, dove Gaspare Campari si trasferì per studiare i liquori e i distillati; proveniva da Pavia, i suoi genitori erano agricoltori. Divenne per pura fortuna amico del maestro pasticcere di Casa Savoia, Teofilo Barla, che lo raccomandò come apprendista nella famosa liquoreria e confetteria di Piazza Castello di Giacomo Bass. Appreso il mestiere, si trasferì a Novara (allora capoluogo di provincia di Pavia), dove affittò il Caffè dell’Amicizia fra Corso Cavour e Corso Italia, che all’epoca portava il nome di Angolo delle Ore.

Gaspare Campari era un inventore e i suoi drink avevano un sapore originale e un nome che restava impresso: Elisir di lunga vita, Olio di Rhum, Liquote rosa. Il suo capolavoro fu Bitter all’uso d’Holalanda, che divenne popolare con il soprannome di Bitter del Signor Campari, da cui deriva il nome Bitter Campari.

Il Signor Campari fece carriera e ben presto si trasferì a Milano, dove aprì il caffè Coperto dei Figini in un caseggiato con portici in Pizza Duomo. Quando l’edificio fu abbattuto, si trasferì nella Galleria Vittorio Emanuele II, creando il Caffè Camparino, frequentato da artisti come Giacomo Puccini, Giusepe Verdi, Giulio Ricordi e Arrigo Boito e destinato a diventare punto di ritrovo di intellettuali anche nel Novecento. Il Camparino era un’opera d’arte: è stato costruito ed arredato da Alessandro Mazzucotelli ed Eugenio Quarti, con l’apporto decorativo dal pittore Angiolo d’Andrea. Alla sua morte, Gaspare Campari lasciò una solida impresa ai figli Davide e Guido; il primo si occupò dell’azienda, il secondo del caffè (il primogenito Giuseppe si dedicò ad una carriera letteraria, mentre le figlie Antonietta ed Eva si sposarono). Da quel momento, l’impresa si chiamò Gaspare Campari. Fratelli Campari successori.

davide-campari-camparisoda

Davide Campari era un imprenditore lungimirante che aveva studiato in Francia e, mentre i suoi stabilimenti si moltiplicavano, tentava di perfezionare il Bitter di suo padre. Ma Davide fece di più, creò un nuovo liquore che fu apprezzato dal pubblico tanto quanto l’invenzione paterna, il Cordial Campari. La ricetta era composta da lamponi di montagna macerati nel Cognac e si ispirava alle bevande francesi che all’epoca erano molto di moda, ma erano destinate ad essere eguagliate dai prodotti Campari. Davide Campari decise di separare l’attività industriale da quella commerciale e aprì nuovi punti vendita in Italia e all’estero. La ditta assunse il nome di Davide Camapari & C. e iniziò a produrre solo i due drink più conosciuti, il Cordial e il Bitter Campari.

La svolta si ebbe nel 1932: Davide inventò il Camparisoda, un aperitivo monodose in bottiglietta di vetro innovativo non solo nel gusto, ma anche nel formato e nella forma. Il successo del Camparisoda fu tale da essere esportato in Argentina. Per promuovere la sua nuova bevanda, Davide scelse il Futurismo, in particolare l’arte di Fortunato Depero, sebbene aveva già scelto tale artista in passato come pubblicitario.

Il Futurismo era un’avanguardia che rompeva gli schemi con stili innovativi e celebrava la modernità, la metropoli, la velocità, la tecnologia, il futuro. Il primo manifesto dei futuristi fu scritto dal capostipite Marinetti nel 1909 ma ne seguirono molti altri; erano tutti caratterizzati da comunicazione assertiva, colori forti e un’originale disposizione ed uso dei caratteri tipografici.

cbe656a8b03921d7dcc11f0d683b066e

I futuristi davano vita a forme artistiche in settori che la tradizione non associava all’operato delle Muse, come l’editoria e la grafica pubblicitaria. Nei primi decenni del Novecento si diffuse un messaggio pubblicitario visivo, realizzato mediante l’affissione di manifesti e locandine o la distribuzione di opuscoli e libricini: le persone si stavano convincendo che un messaggio visivo può influenzare l’acquisto delle masse. I futuristi seppero appropriarsi di tale fenomeno di comunicazione di massa non solo per promuovere il loro stesso movimento, ma anche per lanciare la produzione industriale della loro epoca. Secondo i futuristi, la produzione seriale industriale evocava la modernità e la velocità tanto care al loro movimento, così tale avanguardia si schierò con essa, dedicandosi alla pubblicità.

Lo stesso anno della creazione del Camparisoda, Davide Campari chiese a Fortunato Depero di occuparsi della creazione della bottiglietta in vetro e della sua promozione. Il flacone, così veniva chiamato all’epoca, aveva forma semiconica rovesciata ed è ancora oggi un capolavoro di design disponibile sul mercato. La bottiglietta è priva dell’etichetta per far risaltare l’intenso colore rosso attraverso il vetro trasparente, a rilievo è impresso il nome della ditta e il marchio: Preparazione speciale, Davide Campari & C. Milano – Campari Soda. La forma, il colore e il materiale della bottiglietta sono estremamente innovativi e rompono ogni convenzione; viene inizialmente prodotta dalla Vetreria Bordoni.

Non era la prima volta che Depero privilegiava le forme coniche per promuovere i prodotti Campari: nel 1925 realizzò il bozzetto Pupazzo che beve il Camparisoda (in questo caso si riferisce al prodotto preparato dai baristi, non alla bevanda industriale che verrà creata anni più tardi). Tale bozzetto raffigura un pupazzo che beve da una bottiglia che sembra proprio essere un Camparisoda. Nel 1926 lo schizzo ispirerà un modello in legno verniciato di bianco e un manifesto realizzato con un collage di carte colorate. La forma conica ritorna nel 1927 in China su cartoncino, un manifesto pubblicitario, e nel 1928 in un disegno realizzato con matite colorate.

con-un-occhio-vidi-un-cordial

Fortunato Depero era un vero e proprio pubblicitario: nel 1919 aveva creato la Casa d’Arte Futurista, che si potrebbe considerare una delle prime agenzie pubblicitarie. Secondo l’artista, “l’arte deve marciare di pari passo all’industria, alla scienza, alla politica, alla moda del tempo, glorificandole – tale arte glorificatrice venne iniziata dal futurismo e dall’arte pubblicitaria – l’arte della pubblicità è un arte decisamente colorata, obbligata alla sintesi… arte gioconda – spavalda – esilarante – ottimista”. Inoltre disse: “Esaltando con il genio i nostri prodotti, le nostre imprese, cioè i fattori primi della nostra vita, non facciamo che dell’arte purissima e verissima”.

La collaborazione che Depero instaurò con Davide Campari fu unica nella sua carriera: venne per esempio creato il Numero Unico Futurista Campari nel 1931, che promosse nuove iniziative finalizzate alla creazione di prodotti d’arte che soddisfassero le esigenze pubblicitarie. Depero collaborò anche con la Magnesia, l’Acqua San Pellegrino, il liquore Strega e la casa farmaceutica Schering.

Depero rivoluzionò il manifesto pubblicitario e la sua impostazione, trasformando il carattere tipografico in un elemento grafico, coordinando le scelte visive al punto da renderle emblematiche del prodotto stesso. Le parole sono usate in modo attento, asciutto ed essenziale, la loro disposizione nel testo crea un’immagine; tale stile verrà adottato da molti altri futuristi.

La grafica futurista si occupa di promozione pubblicitaria senza sacrificare l’arte, il suo esempio ci insegna a evitare l’appiattimento moderno e l’uniformazione agli stereotipi contemporanei.

FONTI:

https://it.wikipedia.org/wiki/Gaspare_Campari

https://it.wikipedia.org/wiki/Davide_Campari

https://www.lifegate.it/persone/stile-di-vita/camparisoda_una_storia_d_8217_arte_design_e_creativita

https://www.ilprimatonazionale.it/cultura/davide-campari-futurista-bevande-139181/

https://www.cabiria.net/blog/arte/manifesti-futuristi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...