Diario Segreto Online


Anche se 22 anni sono tanti, spesso scopro di avere ancora molte cose da confessare al mio diario segreto. Non si tratta di testi coerenti e ben curati come quelli pubblicati questo blog o su altre piattaforme online perché mi piace sguinzagliare il mio flusso di pensieri. Il risultato non è certo un testo alla Joyce o alla Woolf, però mi piace conservare le mie baggianate.

Oggi però non mi interessa raccontarvi cosa scrivo nel mio diario segreto (altrimenti che diario segreto sarebbe???), ma per consigliarvi alcune piattaforme online idonee alla conservazione dei vostri segreti più reconditi.

  1. Un blog privato. Aprite un blog su una qualunque piattaforma blog (le più popolari in rete sono WordPress, quella che sto usando in questo momento, e Blogspot) e impostate la funzione Blog privato, che nasconderà i vostri scritti al popolo del web. Per “privatizzare” WordPress leggete qui, per fare lo stesso con Blogspot leggete invece qui.
    L’aspetto positivo di questa soluzione è che potrete personalizzare non soltanto i vostri testi, ma l’intera pagina web; l’aspetto negativo è che potreste non aver impostato correttamente la privacy o che il sistema vi alteri i parametri, rendendo pubblico tutto ciò che avete confidato al diario.
  2. Diario segreto  E’ un sito web interamente in italiano e dedicata alla funzione diario segreto. Con questo sito la vostra privacy è al sicuro e, a meno che non spifferiate ai quattro venti la password, nessun genitore potrà mai violare la vostra intimità. Si tratta di un progetto realizzato per le femminucce, infatti il colore prevalente è il rosa e compaiono un sacco di immaginette carine e “pucciose”, a prova di adolescente in piena tempesta ormonale. E’ molto carina l’impaginazione “libresca” che attiva automaticamente per i vostri file salvati, rende davvero piacevole la lettura.
    C’è un solo piccolo problema: il sito è ancora in fase di allestimento, perciò non è possibile sapere come si trasformerà il diario nel corso del tempo e, soprattutto, se resisterà negli anni e non verrà chiuso.
  3. 280daily  è un diario francese con una grafica degna di un pubblico adulto ma è fortemente sconsigliato ai grafomani poiché consente di scrivere soltanto 280 caratteri al giorno. Più che un diario segreto, può essere un’ottima agenda per annotazioni di vario genere.
  4. Penzu è il diario perfetto per gli adulti e per me. Il sito è interamente in inglese ma è facilmente comprensibile, la grafica è sobria e adeguata ad un pubblico adulto (ma, se avete soldi da buttare via, potete acquistare il servizio “penzu pro” e modificarla come vi pare). E’ possibile dare un titolo al vostro diario e creare più diari, inoltre potete aggiungere le fotografie sia come allegato sia applicandola sulla pagina che state scrivendo. Per quanto riguarda la funzione di scrittura sono presenti quasi tutte le funzionalità di Word, dal cambio-colore alle sottolineature, dal correttore ortografico in qualunque lingua voi preferiate alla scelta del carattere. Infine, se il diario vi stufa, potete esportare i contenuti o inviarli sul vostro indirizzo e-mail, così come potete importare dei file esterni.

 

Spero che questa breve guida vi sia d’aiuto nella scelta del diario segreto più adatto a voi. Buona scrittura!

Immagine tratta da silmarillion.it

Annunci

10 thoughts on “Diario Segreto Online

    • Sì, quello di cui ho bisogno è proprio un posto sicuro… Come spazio pubblico mi basta questo blog e le numerose collaborazioni che sto iniziando.

      Grazie, un abbraccio

  1. Ho letto sia Virginia Woolf sia James Joyce e sinceramente il loro flusso di coscienza, che deriva comunque dalla vita vissuta, non è affatto scritto e deciso a tavolino, non so cosa tu intendessi dire con quella affermazione ma ti posso assicurare che nella diaristica il flusso di coscienza non è artificioso, non è studiato a tavolino, non deriva quasi mai da una decisione premeditata, mai…anzi direi piuttosto che il tutto si origina da un vomito mentale dell’anima che non riuscendo più a contenere sé stessa si riversa sulla carta, al fine di preservare la sua integrità. E te lo dice una che ha qualche anno più di te (sono dell’88) e che di diari ne ha scritto ben 26 volumi, a partire dalla 3^media, quindi fai un po’ i conti (e bada, scritti a mano). Dire che Virginia scrivesse a tavolino i suoi “flussi” mi sembra un abominio.

    • Siccome l’affermazione risultava effettivamente ambigua l’ho cancellata. Mi spiace di aver provocato in te tale scalpore, ti assicuro che provo il massimo rispetto per Virginia, anzi, è una delle mie preferite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...