Il mio nuovo blog su L’Indro


1

Cari lettori,

è una grande emozione per me annunciarvi che ho recentemente aperto un nuovo blog presso L’Indro, una testata giornalistica indipendente. La mia pagina si chiama ‘Anche l’arte vuole la sua parte’ e si tratta essenzialmente di un blog di cultura in cui tratto più o meno gli stessi argomenti che tratto qui, la differenza è che ottengo maggiore visibilità grazie al buon nome del giornale.

Siccome il mio nuovo blog è stato aperto recentemente, finora ho pubblicato solamente due articoli. Il primo è ‘Lee Krasner, un’artista incompresa’, un post che ha fatto la sua prima apparizione in rete proprio su ‘Acque e limone’. Ebbene sì, ho deciso di inaugurare la nuova pagina con uno dei post più belli che abbia mai scritto non solo per essere certa di non sfigurare, ma anche per presentarmi al pubblico con un articolo che trattasse alcuni degli argomenti che mi stanno più a cuore, come la figura della donna e l’arte. Il secondo articolo è stato invece scritto appositamente per L’Indro ed è la recensione di ‘RIII – Riccardo III’, lo straordinario spettacolo di Alessandro Gassman che proprio in questi giorni sta incantando il pubblico al Teatro Strehler di Milano.

Nonostante la mia nuova attività renderà meno costante la mia presenza qui non ho nessuna intenzione di abbandonare ‘Acqua e limone’, che verrà semplicemente trasformato in uno spazio in cui pubblicare tutto quello che, per varie ragioni, non potrà essere pubblicato sul mio blog ufficiale. Continuate dunque a seguire ‘Acqua e limone’, il blog da cui tutto è cominciato, perché presto arriveranno golose novità anche qui. Aggiungerò inoltre una nuova pagina in cui elencare (con relativo link) ogni mia collaborazione su siti esterni.

Per aggiornare la mia immagine pubblica mi sono iscritta a vari social network:

  • Pinterest ospita le immagini più belle utilizzate su ‘Acqua e limone’ e gli altri siti con cui collaboro;
  • Twitter, perché ormai ogni auctoritas della rete deve aver un profilo su Twitter per essere qualcuno;
  • La pagina su Facebook di ‘Acqua e limone’ è attiva da qualche mese, ma è sempre bene rinfrescarvi la memoria;
  • Un nuovo profilo Facebook per gli amici e i collaboratori della rete, che eviterò di linkare in questo spazio per non diventare troppo popolare.

Vi ricordo inoltre che sono entrata da poco a far parte della redazione di ‘Eclettica – La voce dei blogger’, una sorta di rivista online gestita interamente da blogger in cui recensisco spettacoli teatrali nella mia rubrica ‘Avventure da palcoscenico’. La rivista esce all’incirca ogni mese, perciò tenete d’occhio la pagina di Facebook, in modo tale da non perdere i nuovi numeri.

In bocca al lupo a tutti i bloggers e ai miei followers, la rete è nostra e non ci sono limiti alla nostra libertà.

Valivi

Annunci

21 thoughts on “Il mio nuovo blog su L’Indro

    • Crepiiiiiiiiiiii! Speriamo di riuscire a combinare qualcosa di buono!

      Ci sentiamo presto, perché in ogni caso non ho nessuna intenzione di abbandonare questo blog ;)

  1. Evviva!
    E complimenti davvero!….riuscire a tenere tutti questi spazi non è mica facile, dico…parlo per me che già m’impegna il blog…

    Sono sicura che riuscirai: è evidente la tua passione per la scrittura e l’approfondimento.
    in bocca a lupo

    buona giornata
    .marta

    • Grazie mille per il sostegno ed i complimenti, te ne sono veramente gratas.
      Ti confesso che sarà dura non tanto per la scrittura in sè, ma per la cura dei Social Network. Io sonno ciberneticamente introversa, nel senso che ho poca capacità di farmi conoscere dagli altri contatti, perciò mi toccherà sudare per visitare i blog di tutti i following.

      Crepiii e buona giornata anche a te!

      • Per esperienza ti posso dire che non sono iscritta ai 4\5 dei bloggers che visitano il mio blog.

        E’ impossibile frequentarli tutti :( e la cosa mi dispiace moltissimo, purtroppo è così…

        Eppure continuano a leggere e commentare…e quasi mi sento in colpa… quando ho un attimo ci vado perché sono interessanti…

        Questo è un mio cruccio..

        Per dirti che a chi piace il tuo blog, a chi piace ciò che scrivi e come, lo leggerà comunque a prescindere..

        Buone cose
        .marta

  2. Complimenti e in bocca al lupo per questa bella esperienza che sicuramente metterà in luce la tua passione e il tuo talento!! :)

    • Speriamo di riuscire a “mettermi in luce”, visto che l’impresa più ardua su internet è proprio quella di attirare lettori.
      Grazie per i complimenti e il supporto morale, ci sentiamo presto :)

  3. Ciao, una recensione sul Riccardo III di Gassman! appena finisco di lavorare vado a leggerla. Ho viasto anche io lo spettacolo a Milano (RIII e’ una delle mie opera preferite) e mi ha appassionato tantissimo. Mia moglie e’ anche riuscita a raggiungere Gassman in camerino e farsi fare l’autografo.
    Ripeto, appena ho tempo corro a leggere.
    Grazie

    • Grazie mille per il tuo entusiasmo, il tuo commento è uno dei più calorosi che abbia ricevuto.

      Come cavolo ha fatto tua moglie a raggiungere i camerini? Dove sono i camerini dello Strehler? Devo fare una chiacchierata con tua moglie… ;)

      Scherzo! Però torna a trovarmi, mi sei simpatico

      • Beh … prima di tutto se mia moglie si mette si mette in testa qualcosa …. è ben difficile che non riesca a farla.
        Comunque, se guardi il palco, a sinistra c’è l’entrata ai camerini.
        …. Semplicemente ha chiesto al tipo della sicurezza quando quasi tutta la platea era sfollata.
        Ciao

    • Crepiiiiiii! E a me fa piacere sapere che i miei “follower di vecchia dara” come te credono in me. Guarda, tempo fa ho scritto un articolo su metal detector e archeologia che potrebbe interessarti… dimmi cosa ne pensi:
      123442-il-metal-detector-e-la-ricerca-di-antichi-tesori-scomparsi

      • Ciao Vali! Scusa se rispondo così oscenamente in ritardo, ma sono in villeggiatura sportiva. Ho letto con interesse il tuo articolo sul metal detector. In passato ho fatto delle ricerche a riguardo ma il tuo articolo mi ha permesso di completare tutta una serie di info che mi mancavano davvero e ti ringrazio! Ammetto di apprezzare l’attività di ricerca dei reperti belici in quelli che erano i campi di battaglia della I e II Guerra mondiale; tuttavia non sono appassionato al punto di intraprendere un’attività del genere, mi limito a vedere i risultati conseguiti dai veri appassionati. Ti seguo sempre con interesse, ciao! A presto ;)

      • Certo, è possibile ammirare i reperti bellici, così come i reperti archeologici, direttamente nei musei dove sono conservati. Il metal detector serve a chi piace cercare tesori nella natura…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...