Owl Prize: quando un articolo merita un premio


http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2013/07/owl-prize-2.html

http://athenaenoctua2013.blogspot.it/2013/07/owl-prize-2.html

Nel mondo della musica ci sono geni che producono dei capolavori lungo l’intero corso della propria carriera come gli intramontabili Mozart, Bob Marley, i Led Zeppelin, i Beatles o Madonna, ma ci sono anche quei gruppi “belli-ma-non-troppo”, che se ne escono con un capolavoro solo ogni tanto. E’ il caso di Hotel California, il solo brano degli Eagles ad aver superato il passaggio di generazione e ad essere considerato uno dei migliori brani della storia del rock.

Anche noi bloggers siamo così: alcuni di noi sono in grado di sfornare continuamente degli articoli di nostro gradimento, altri non sanno appassionarci allo stesso modo ma talvolta, inaspettatamente, producono un post che fa proprio il caso nostro. Forse proprio per questo motivo Athenae Noctua ha deciso di creare un premio per celebrare, anziché un blog nel suo complesso, i singoli articoli. Si tiratta dell’Owl Prize, il premio della civetta.

In occasione della seconda edizione dell’Owl Prize, Atheane Noctua ha scelto un articolo di Acqua e limone tra gli otto vincitori, più precisamente Racconto un po’ pagano di una visita al Duomo di Pisa. Voglio essere sincera con voi: all’inizio non mi ero resa conto che questo articolo meritasse un premio, anzi, non sono mai stata in grado di prevedere il successo di nessuno dei miei articoli. Certe volte sudo sette camicie per scrivere un superpost di cui vado particolarmente fiera ma che non legge nessuno, poi pubblico un articolo scritto sbrigativamente e inaspettatamente … un applauso da parte dei lettori!

Per quanto riguarda questo racconto ero consapevole di avere scritto qualcosa di bello più che altro perché era eccezionale l’episodio che vi avrei raccontato: l’emozione della prima vacanza da sola, l’esplorazione di un sito di straordinaria bellezza artistica, il fascino di un incontro speciale… Gli ingredienti c’erano tutti, spero di essere riuscita a rendere giustizia all’importanza che questo frammento di passato ha avuto per me. Grazie Athenae Noctua per aver visto questo, o chissà cos’altro di importante, nel mio racconto.

http://elleaur.wordpress.com/2013/02/11/premio-very-inspiring-blogger/comment-page-1/#comment-396 https://centauraumanista.wordpress.com/2013/02/17/non-ce-due-senza-tre-un-altro-premio-per-me/ ------------- http://athenaenoctua2013.blogspot.it/

Visto che siamo in vena di ringraziamenti, devo ringraziare Athenae Noctua anche per il Very Inspiring Blogger, un omaggio di cui mi ha investito qualche mese fa e per il quale non ho mai trovato il tempo di scrivere i ringraziamenti ufficiali. Be’, grazie infinite per l’Owl Prize e il Very Inspiring Blogger, è meraviglioso sapere che esiste qualcuno che legge i miei post e li apprezza.

Purtroppo non sono una grande fan delle “catene di premi”: ogni volta che mi imbatto in un post interessante non esito a inserire uno sproloquio di complimenti tra i commenti, ma non mai voglia di sbattermi per il conferimento dei premi poiché trovo che sia un’attività particolarmente noiosa. Accontentatevi dunque delle mie sincere e mai forzate congratulazioni quando scrivete qualcosa di meritevole e non smettete mai di sperare: non sia mai che non abbia voglia di fare uno strappo alla regola!

Annunci